Svantaggio (Disadvantage)

Nelle narrazioni economico sociali, delle politiche istituzionali, la parola “svantaggiata” viene associata ad aree geografiche che per svariate ragioni sono risultate refrattarie alle dinamiche dell’economia industriale dell’epoca moderna e ancor di più ai nuovi sbocchi di sviluppo postmoderni. Molte di queste aree appartengono al Mezzogiorno d’Italia. La Basilicata, anticamente detta Lucania, è fra queste.

 

Una geografia prettamente montuosa e una scarsa urbanizzazione danno all’area una connotazione prettamente naturalistica dove è possibile osservare paesaggi bucolici frequentati da mandrie di animali da pascolo in libertà. Mentre nei paesi, interessati dal fenomeno dello spopolamento, ci si imbatte in architetture vernacolari sospese in uno stato di malinconica testimonianza.

 

Alla luce delle crisi ambientali/sociali in cui versano le aree industriali ed alta urbanizzazione vale la pena riflettere come queste aree, cd svantaggiate, abbiamo mantenuto in realtà un vantaggio ambientale non indifferente. Ribaltando il paradigma narrativo proprio dell’economia di mercato, è forse il momento di riequilibrare il significato della dicotomia vantaggio/svantaggio?

Adriano Nicoletti Lucania